22
Ott

3 Budget per ristrutturare il bagno

Questi sono i consigli dello Studio di Architettura Antonino per ristrutturare il Bagno conoscendo in anticipo la spesa.

Low budget da 40 euro/mq.

L’obiettivo di questo intervento potrebbe essere quello di ridare colore e stile ai rivestimenti e sanitari originali, senza demolirli o sostituirli perché in buono stato.
Per effettuare questo intervento basta ricoprire piastrelle e sanitari con una speciale resina waterproof (fai-da-te!) e attacca alle pareti stickers e cover adesive multifunzione per piastrelle.

ab1394665f3f3634941ba07f112f5234

Medium budget da 500 euro/mq.

Questo budget permette di sostituire o spostare sanitari ed elementi vecchi e passati di moda che non rispecchiano più le esigenze di spazio, estetica e comfort, senza però toccare gli impianti se sono a norma.
E' necessario che tutte le sostituzioni si effettuano con prodotti innovativi e tecniche smart poco invasive che così limitano i lavori di muratura, piastrellatura e tinteggiatura.

7e7305d5defd4f8cde7fce47699e5566

Maxi budget da 700 euro/mq l’intero intervento

Senza limiti di spesa è possibile rinnovare a 360° il bagno che, allo stato originale, richiede sia una modifica della disposizione interna degli elementi sia il rifacimento completo degli obsoleti impianti idrico ed elettrico.
Dopo la rimozione dei sanitari, rivestimenti e sottofondi seguita dalla gettata del nuovo massetto e dal rifacimento dell’intonaco a muro, il bagno prende rapidamente forma grazie alla posa a secco di speciali profili modulari e preassemblati: sono progettati al centimetro e fissati ai muri esistenti, creando delle contropareti attrezzate di 10-12 cm.
All’interno di questa intelaiatura portante, si inseriscono, poi, gli impianti veri e propri (compresi allacciamenti idraulici, tubi di scarico e impianto elettrico) e altri profili per creare nicchie e recuperare spazio.

5805b3cbd32b85b01325ccbb6af8b8b6

Tutte le spese di ristrutturazione godono della detrazione fiscale del 50% fino al 31/12/2016

4
Ott

Bonus fiscali 2016

Anche per il 2016 vengono CONFERMATI e POTENZIATI i bonus fiscali 50% e 65% sulle ristrutturazioni edilizie e sugli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.

Sembra infatti che le AGEVOLAZIONI FISCALI potrebbero essere estese anche per lavori di RISTRUTTURAZIONE e RECUPERO degli immobili posseduti dalle imprese, delle strutture industriali e dell’edilizia pubblica.

Lo Studio di Architettura Antonino offre la propria consulenza a chiunque voglia iniziare dei LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE e RECUPERO EDILIZIO, usufruendo dei BONUS FISCALI sulle ristrutturazioni edilizie, dell’Ecobonus del 65% e del Bonus Mobili ed Elettrodomestici anche nel 2016

1481854765

.

18
Set

SCEGLIERE I SANITARI PER IL BAGNO

La scelta dei sanitari è molto importante quando decidiamo di arredare il nostro bagno.

Ad oggi si distinguono tre tipologie di sanitari:

-i sanitari tradizionali a pavimento
-i sanitari a filo muro / parete
-i sanitari sospesi

Ognuna di queste tipologie porta con se una serie vantaggi e svantaggi, da valutare con il proprio TECNICO ABILITATO che sarà in grado di CONSIGLIARVI.

Ad esempio la tipologia A PAVIMENTO, risulta molto FACILE DA ISTALLARE, visto che richiede semplicemente di essere fissata al pavimento tramite tasselli, ma risultano poi avere un INGOMBRO MAGGIORE.

La tipologia a FILO MURO, durante le operazioni di lavaggio,fa si che non si rischi di andare a toccare tubi o intercapedini, guadagnandoci dal punto di vista dell' IGIENE;
Allo stesso tempo però se il lavoro di installazione non venisse fatto ad'opera d'arte, si rischia la creazione di una fastidiosa intercapedine anti estetica.

L'utilizzo della tipologia dei sanitari SOSPESI, comporta sicuramente un grande EFFETTO ESTETICO INNOVATIVO, specie per i BAGNI MODERNI.
In questo caso però risulta necessario prevedere lo SCARICO A MURO, che quindi non deve essere inferiore ai 12 cm.

Cosa aspetti a rinnovare il tuo bagno? la nostra prima consulenza a domicilio è sempre gratuita!

1 2 3

6
Set

COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI; CIL. CILA

Ristruttura la tua casa e approfitta delle detrazioni fiscali fino al 50%

Per la realizzazione di interventi di ristrutturazione sugli immobili, è necessario presentare la Comunicazione di Inizio lavori.

La CIL o Comunicazione di inizio lavori deve essere presentata in caso di :

-Opere temporanee

-Opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni

- Pannelli solari, fotovoltaici, a servizio degli edifici;

- aree ludiche senza fini di lucro ed elementi di arredo delle aree pertinenziali degli edifici.

La CILA oComunicazione di Inizio lavori Asseverata, deve essere presentata in caso di lavori di manutenzione straordinaria, a condizione che non riguardino parti strutturali degli edifici, come:

- apertura di porte

-spostamento di pareti interne

-accorpamento o frazionamento di unità immobiliari.

Si dice asseverata perché deve essere redatta da un TECNICO ABILITATO che, insieme alla CIL dovrà trasmettere al Comune il progetto.

Lo studio di architettura esegue i suoi servizi in tutta la provincia di MILANO E MONZA, cosa aspetti a contattarci?

architect-254579_640

6
Set

RECUPERARE IL SOTTOTETTO

Il recupero dei sottotetti in origine non abitabili è consentito a condizione che vengano rispettate le distanze  dai fabbricati vicini e che gli ambienti abbiano le altezze minime previste dalla normativa.

Il recupero dei sottotetti a uso RESIDENZIALE è possibile da grazie a LEGGI REGIO NALI .

In Lombardia, dove si trova questa casa, il punto di riferimento è la L.Reg. 12/2005.

A seconda della Regione, possono essere RICHIESTE dell ALTEZZE nei nuovi locali che vanno dai 200 ai 240 cm (inferiori, quindi, ai 270 cm previsti per le altre abitazioni); se la falda del tetto è inclinata, si calcola l’altezza media ponderale, che prevede la media delle diverse altezze del soffitto al di sopra dei 150 cm da terra. Vanno inoltre considerati i rapporti aeroilluminanti – cioè l’ampiezza delle aperture in rapporto alla superficie del pavimento – che devono rispettare quanto stabilito dai regolamenti di igiene locali.

Per realizzare un RECUPERO DEL SOTTOTETTO e' necessario presentare con l'ausilio di un PROFESSIONISTA ABILITATO, una PRATICA EDILIZIA.
05c7ec8fcc44682e5ce6e8407bc9a3ff141a4e2edf50e7292a957175d0d1979d

5
Giu

Arredare una cucina piccola

Molto spesso noi dello Studio di Architettura Antonino ci troviamo ad operare in AMBIENTI RISTRETTI.

Oggi ci vogliamo occupare di uno degli ambienti essenziali di un'abitazione, LA CUCINA.

Noi pensiamo che la cucina piccola deve avere stile essenziale ed essere realizzatata all’insegna della semplicità.

Di sicuro non è possibile rinunciare a frigorifero, forno, piano cottura con cappa e infine un elemento a cassetti.

I pensili, meno profondi rispetto alle basi, permettono di aumentare lo spazio per contenere lasciando libero lo spazio .

Nel progettare la cucina bisogna considerare poi alcuni vincoli: il frigorifero va sistemato all’estremità, accanto al lavello che deve essere a una sola vasca per risparmiare cm, è meglio comunque considerare anche uno spazio aggiuntivo, utile per lo scolapiatti.

Lo studio di architettura esegue il servizio di PROGETTO D'INTERNI in tutta la provincia di MILANO E MONZA, cosa aspetti a contattarci?

d54a060fdbfa3b9857081f1346e5e19c 1e02c4beacfc7516ece8a5556cd9a3eb

22
Mag

Visure e certificati catastali

lo Studio di Architettura Antonino vi ricorda che è possibile per i nostri clienti richiedere VISURE e CERTIFICATI CATASTALI come:

- Visura catastale con indicazione della rendita (carta semplice)
- Mappa catastale-estratto di mappa in carta semplice
-Scheda catastale (Planimetria)
-Visura catastale certificata
-Mappa catastale-estratto di mappa certificata

Per questo servizio è sufficiente inviare una E-mail con allegata la fotocopia della carta di identità e il codice fiscale del titolare dell'immobile otre che l'eventuale delega oppure consegnarci il tutto di persona.

Lo Studio di Architettura Antonino opera in tutta la provincia di Milano e Monza, cosa aspetti allora a contattarci? La nostra prima consulenza è sempre gratuita!

 

pratiche-catastali

10
Mag

RISTRUTTURARE CASA

Un buon progetto di ristrutturazione edilizia consiste nello studio e nella reinterpretazione di una situazione di partenza, con lo scopo di fornire una MIGLIORE SITUAZIONE ABITATIVA, più adatta alle necessità della committenza.

La RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA è quindi un’ottima occasione per trasformare un immobile ormai datato e non più conforme alle proprie esigenze in una nuova realtà, perfettamente in linea con i propri gusti e i propri bisogni.

Obiettivo dello Studio di Architettura Antonino è un Progetto di ristrutturazione che sia capace di interpretare i BISOGNI e le ASPETTATIVE del COMMITTENTE e di disegnare uno scenario finale che risponda in modo convincente e mai standardizzato alle sue esigenze.

Lo Studio di Architettura Antonino opera su tutto il territorio della PROVINCIA DI MILANO e di quella di MONZA E BRIANZA.

Cosa aspetti a contattarci? la prima consulenza a domicilio è sempre gratuita!

1c25d11886e722dded2052258876be5f

14
Apr

CHI E' IL DIRETTORE DEI LAVORI?

SERVIZI

DIREZIONE LAVORI

Il Direttore dei Lavori è il TECNICO ABILITATO, scelto dal Committente, che ha il compito di COORDINAREle attività che vengono svolte all’interno di un CANTIERE edile.

I suoi compiti più importanti sono:

- SUPERVISIONARE il regolare svolgimento delle lavorazioni, sia nelle modalità che nei tempi;

- VERIFICARE la corrispondenza qualitativa e quantitativa dei materiali utilizzati con quelli prescritti nel progetto esecutivo;

- TENERE LA CONTABILITA' di cantiere gestendo i pagamenti dei fornitori e delle imprese che intervengono nel processo edilizio in atto;

- VERIFICARE periodicamente il possesso e la REGOLARITA' da parte dell'appaltatore della documentazione prevista dalle leggi vigenti in materia di obblighi nei confronti dei dipendenti.

Il Direttore dei Lavori interloquisce in via esclusiva con l’appaltatore in merito agli aspetti tecnici ed economici del contratto.

cosa aspetti allora a contattarci?
LA PRIMA CONSULENZA A DOMICILIO E' SEMPRE GRATUITA!

 

10461318_844475148941587_5662923169598420143_n

19
Feb

IL BAGNO A NORMA DI LEGGE

Avere il bagno a perfettamente in regola con le disposizioni previste non solo è un OBBLIGO di legge, ma anche l’unico modo di garantire per se e la propria famiglia uno spazio VIVIBILE e CONFORTEVOLE.

Vista la particolarità dell’ambiente è necessario tenere conto di molti fattori nella sua progettazione.
Si parla di un locale di servizio ma anche di relax, spesso di dimensioni contenute, che vede la presenza contemporanea di acqua ed elettricità.
Il Decreto Ministeriale della Sanità del 5/6/75 disciplina le norme igienico-edilizie e di sicurezza a cui attenersi a livello Nazionale e il Regolamento edilizio di cui ciascun Comune è dotato.
La normativa sia a livello Nazionale che Locale si occupa di stabilire determinati PARAMETRI come:
- Il numero e il tipo di SANITARI OBBLIGATORI.
-La SUPERFICIE MINIMA.
-Il LATO MINIMO che deve avere la parete.
-La necessità di avere o meno una FINESTRA.
-L’ALTEZZA della stanza.

Per conoscere tutti questi PARAMETRI RICHIESTI a livello Locale avrai sempre bisogno di un TECNICO ABILITATO ALLA PROFESSIONE che sappia muoversi sul territorio e dialogare con l’UFFICIO TECNICO.

Che cosa aspetti a contattarci? La nostra prima consulenza a domicilio è sempre gratuita!